LA SOLITA FIERA ALL’ITALIANA

Scrivo in diretta dall’EICMA, fiera del Ciclo e Motociclo a Milano. Premetto che la fiera è bellissima, hanno montato addirittura un velodromo, domattina ci sarà una gara internazionale di Supercross, si possono incontrare tantissimi campioni (ho appena parlato con il grandissimo Paolo Bettini allo stand Sidi, Cairoli stava per arrivare, ho salutato Melandri allo stand Nolan), le aziende espongono il meglio dei loro prodotti. Insomma, per gli appassionati una bella opportunità per respireare aria di sport.
Detto e premesso questo, è assolutamente impossibile alla fiera della città commercialmente più importante di un paese industrializzato occidentale impiegare 2 ore di orologio in auto per accedere ad un parcheggio remoto in mezzo ad un prato, senza segnalazioni di sorta lungo la strada, con pochi addetti al traffico solo in prossimità dell’ingresso. Oppure rimanere bloccati nel parcheggio multipiano per ore prima di uscire la sera, al termine della fiera (testimonianza raccolta da un arrabbiatissimo operatore presente in Fiera).
E’ possibile che dopo 3 anni dall’inaugurazione non siano ancora teminati i lavori per le infrastrutture stradali e non sia ancora a punto il piano organizzativo di accesso?
La solita fiera all’italiana.

1 commento su “LA SOLITA FIERA ALL’ITALIANA”

  1. Salve, sono CHRISTIAN GIORDANO, giornalista di SKY Sport (area web), GUERIN SPORTIVO, REPUBBLICA, AMERICAN SUPERBASKET. Uno dei miei sogni professionali è lavorare a Eurosport. Ho già lavorato in un network sportivo (a Tele+, nel 2002, prima dell'era-Murdoch) e le chiedo un contatto al quale inoltrare il CV e una eventuale richiesta di colloquio. Grazie per l'attenzione e, se lo riterrà, per la collaborazione.Saluti,CHRISTIAN GIORDANO (Senigallia, 1970)3339143865christian.giordano@skytv.itchristian.giordano@fastwebnet.it.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.