PROPRIO DUE PAROLE

Mediaforum del 21 Ottobre pubblica un breve articolo su Eurosport in questo passaggio verso la programmazione invernale.
Ci sono anche due parole, proprio due, da parte mia.

EUROSPORT OTTO ORE DI DIRETTA QUOTIDIANA
Il network, che con Olimpiadi e Europei di calcio ha centrato i propri obiettivi commerciali, dà spazio a più di 140 discipline: gli sport invernali sono i protagonisti della prossima stagione.

Archiviati i Giochi Olimpici, Eurosport si prepara ad offrire un’altra grande stagione di sport, con oltre 140 discipline sportive e una media di 8 ore di diretta al giorno. Gli appassionati dei motori potranno seguire i gran finali di stagione con Motomondiale, Superbike, FIA WTCC e rally IRC, in attesa dell’appuntamento con la storica “Dakar” a gennaio. Torna il calcio europeo per club, con la Champions League e la Coppa Uefa, al giovedì e al venerdì. Ma il “piatto forte” della stagione saranno gli sport invernali. «Da novembre Eurosport offrirà gli eventi top di 9 discipline: Sci Alpino, Biathlon, Sci di Fondo, Curling, Pattinaggio di Figura, Slittino, Combinata Nordica, Salto con gli Sci e Pattinaggio di Velocità – spiega Georgina Twiss, AD di Eurosport Italia – Eurosport 2 completerà questa offerta con Snowboard e Freestyle. La stagione culminerà con i Mondiali di Sci Alpino a febbraio in Val d’Isère, di cui Eurosport è Media Partner». Tra gli altri appuntamenti da non perdere a novembre, il SE WTA Championships in Qatar, gran finale del tennis femminile, e la mitica Maratona di New York. Tutti gli eventi proposti da Eurosport saranno disponibili anche su Eurosport HD. Oltre ai grandi appuntamenti, Eurosport proporrà un’ampia varietà di programmi, come Eurogoals (con la novità “Eurogoals One to One”, un’intervista di 12 minuti con una star del calcio), Motorsports Weekend, Eurosport Buzz, Yoz, Watts, Escape. Eurosport 2 continuerà a trasmettere una programmazione esclusiva al 75%, con news e discipline di squadra (pallavolo, basket, pallamano), sport alternativi (tra cui surf, snowboard e freestyle) e di intrattenimento (snooker, backgammon e freccette).
Sul fronte della pubblicità paneuropea, Ermanno Zacchetti, deputy sales director di Eurosport Italia, spiega che nei primi 9 mesi dell’anno «Il budget è stato centrato grazie a Euro 2008 e alle Olimpiadi. Quest’anno sono stati ben 10 i marchi italiani che hanno scelto di utilizzare per la prima volta Eurosport per una comunicazione internazionale».

Positivo infine il bilancio degli ascolti relativi all’appuntamento olimpico. Complessivamente, Eurosport ha attirato 34,3 milioni di singoli spettatori giornalieri, il 50% in più rispetto alla media annua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.