ANTEPRIMA

Così sul prox numero di Voce Amica.

Come spesso ricordato anche su queste pagine, lo sport in oratorio rappresenta una proposta sana di aggregazione, che permette all’oratorio stesso di incrociare diversi spazi di vita dei giovani. Tra le principali caratteristiche dello sport in oratorio c’è l’accessibilità a tutti, indipendentemente dalle capacità sportivo-atletiche, unita però ad una sana tensione al raggiungimento dei risultati (considerati sempre come il mezzo, mai come il fine ultimo), partecipando ai campionati ufficiali e avvalendosi di figure tecnicamente formate e competenti, nella consapevolezza che solo se lo sport è anche ben organizzato e praticato in strutture adeguate (e quindi vero) acquista una dimensione educativa. In breve: “sport vero, sport leale e sport di tutti”.

A proposito di sport “vero”, vale la pena raccontare i successi della squadra GSO Paolo VI 1995, composta per la maggior parte da un gruppo di ragazzi che hanno iniziato a fare sport in oratorio ormai 8 anni fa. Ci sono annate sportive speciali e quella in corso, per questa squadra, lo è davvero: primi classificati nel Campionato Invernale CSI di calcio a 11 Under 14, primi classificati al Torneo Paolino lo scorso Marzo e vincitori della Coppa Plus di categoria, quest’ultima conquistata in occasione di un’avvincente finale giocata sotto una pioggia battente. L’aspetto altrettanto bello è che questa squadra sportivamente vincente è anche risultata prima nella Coppa Disciplina del proprio girone di Campionato, segno pieno dello stile di sport che ci piace praticare in oratorio: pensando a questi ragazzi e ai loro 14 anni, speriamo che questa duplice vittoria sportiva e umana possa essere per loro un esempio di come, anche nella vita, si possa essere in mezzo agli altri con il proprio stile di rispetto per le persone e di attenzione alle regole.
L’annata di questa squadra avrebbe potuto essere eccezionale se non fosse stata per la grande impresa dei pari età dell’AS Sacer, capaci di batterli in occasione dei quarti di finale di calcio a 7 dell’Oratorio Cup: un derby come sempre giocato con grande partecipazione e che ha visto il successo dell’AS Sacer per 3-1. E visto che parliamo di successi sportivi, un applauso va anche alla squadra Open di calcio a 7 dell’AS Sacer, primi del proprio campionato e promossi in Categoria A il prossimo anno. Nel weekend del 18 e 19 Aprile, intanto, sono iniziati i Campionati Primaverili: in bocca al lupo alle oltre 25 squadre (!!!) tra calcio a 11, calcio a 7 e pallavolo di GSO Paolo VI e AS Sacer impegnate.
Due note conclusive relative a due “prime volte”.

La prima riguarda l’esordio dei bambini nati nel 2001, che affrontano in queste settimane il loro primo campionato ufficiale dopo l’esperienza comune della GSO’ Soccer School. Questo progetto, ideato insieme da GSO’ Paolo VI e AS Sacer lo scorso Settembre (GSO’ con l’apostrofo indica la pluralità degli oratori di Cernusco) e destinato ai bambini più piccoli fino alla seconda elementare, ha coinvolto nella stagione sportiva che va concludendosi qualcosa come 90 piccoli atleti e sono addirittura 3 le squadre che sono state create proprio per i bambini del 2001 per partecipare a questo campionato.
La seconda riguarda l’esordio di due squadre dell’AS Sacer, dopo tanti campionati di calcio a 7, in un campionato ufficiale di calcio a 11. Al di là dell’aspetto sportivo, che richiede ovviamente i suoi tempi per apprendere nuovi schemi e nuovi spazi sul campo (buono, comunque, il pareggio di una delle due formazioni alla prima giornata), credo sia significativo il fatto che l’AS Sacer giochi le sue partite in casa sul campo dell’oratorio Paolo VI, l’unico dei nostri oratori con la struttura per il calcio a 11. Questo ha voluto dire incontri organizzativi di preparazione e pianificazioni logistiche di partite e spogliatoi (con lo spostamento di alcune partite di calcio a 7 di squadre del GSO Paolo VI in Sacer), ma anche la grande disponibilità di allenatori e volontari di mettersi a disposizione gli uni degli altri perchè tutto andasse bene. E’ stato bello, così, vedere i volontari del GSO Paolo VI preparare il campo per le squadre dell’AS Sacer, come è stato bello vedere gli allenatori dell’AS Sacer pulire gli spogliatoi alla fine della partita perchè potessero essere usati da una squadra del GSO Paolo VI.
Sono convinto che questo cammino di condivisione che con gesti concreti GSO Paolo VI e AS Sacer stanno portando avanti, sia sempre più ricchezza per tutta la nostra comunità Famiglia di Nazareth e ci permetta di prenderci sempre più a cuore gli uni degli altri.
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.