UN’AFFERMAZIONE E UNA DOMANDA

In questi giorni tiene banco, nelle chiacchiere da bar e sui giornali, il caso Balotelli. Voglio fare una affermazione e una domanda, ciascuna con vita propria e quindi non legata l’una all’altra.

L’affermazione: i cori e gli atteggiamenti razzisti sono da condannare, senza se e senza ma. Punto.

La domanda: quale allenatore di scuola calcio indicherebbe ai suoi ragazzi il comportamento in campo di Mario Balotelli come esempio da seguire?

Credo che il nemico da sconfiggere, negli stadi e fuori, non sia il razzismo inteso “solo” come espressione di inaccettabile intolleranza verso l’altro, ma come una delle forme di espressione dell’ignoranza (umana, culturale, sociale, sportiva, etc.) che sempre più invade le nostre città.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.