VINCE ROJADIRECTA

.
Mentre in Italia si sta svolgendo l’asta per la vendita dei diritti TV della Serie A per le stagioni 2010/11 e 2011/12, con l’obbligo per l’advisor dell’operazione di garantire almeno 900 milioni di incasso alla Lega Calcio (contro i 630 ottenuti nel precedente accordo che prevedeva la vendita dei diritti in capo ad ogni singola squadra), fa notizia la vittoria in Spagna del sito internet Rojadirecta nella causa intentatagli per l’attività di indirizzo degli utenti a siti stranieri dove l’accesso alle partite di calcio di Liga Spagnola e Copa del Re era free.

«Il caso è archiviato, il fatto non sussiste». Rojadirecta non è responsabile della violazione del diritto d’autore in quanto «non fornisce alcun codice necessario per decriptare il segnale televisivo, né realizza connessioni con programmi in grado di decodificarlo. Ma semplicemente si limita a fornire collegamenti a programmi che consentono la libera visione degli incontri sportivi». Infatti, anche se alcuni spettacoli televisivi – come ad esempio le partite del campionato spagnolo – sono ad accesso codificato in Spagna (pay per view), in altre parti del mondo (come in Cina) vengono comunque trasmessi decodificati, e quindi gratis, e da lì circolano liberamente in rete, attraverso programmi «di uso libero, aperto e universale».
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.