MEDIAFORUM

.

Mediaforum in uscita il 30 Marzo mi chiede le novità di Eurosport.
.
Eurosport concentra al suo interno le funzioni commerciali pubblicitarie acquisendo la raccolta anche per gli spazi locali.

La gestione diretta, spiega il sales director Ermanno Zacchetti, offre una serie di benefici: «In primo luogo, permette di proporci al mercato come un unico interlocutore, sia per campagne di comunicazione europee, sia a livello nazionale, con il vantaggio di rafforzarci sul nostro territorio. In secondo luogo, possiamo comprendere meglio le esigenze dei clienti, confezionando iniziative di comunicazione che rispondano al meglio a queste attese: davvero in questo modo la comunicazione acquista un respiro ampio, globale. Ma la cosa più importante è che incontrando le aziende faccia a faccia eliminiamo i filtri tra noi e i clienti e possiamo spiegare direttamente il posizionamento di Eurosport: siamo noi a parlare di noi stessi».

Eurosport con i canali Eurosport, Eurosport 2 ed Eurosportnews è il gruppo leader nella comunicazione sportiva a livello paneuropeo, e con la concentrazione dell’attività commerciale all’interno della struttura guidata da Zacchetti, questa leadership può esprimersi completamente anche in Italia. Il rafforzamento della concessionaria interna ha comportato anche l’implementazione della squadra, con lo sviluppo di un network di concessionarie e agenti presenti localmente sul territorio e capaci di garantire un’efficace prossimità con i clienti. E’ stato poi creato un ufficio di back office per la gestione del traffico locale e il coordinamento commerciale e sono poi state sviluppate le competenze di marketing e analisi.

Dallo scorso agosto i canali Eurosport sono entrati nella rilevazione quotidiana di Auditel. «Sin dal mese di gennaio gli ascolti sono andati bene – commenta Zacchetti -. A gennaio avevamo due grandi esclusive in diretta: gli Australian Open e la Coppa d’Africa, il più grande evento calcistico internazionale che precede i Mondiali in Sudafrica, oltre ad una forte programmazione di sport invernali. Il risultato è che abbiamo registrato la migliore performance mensile degli ultimi 3 anni, con Eurosport 4° canale sportivo più seguito all’interno della piattaforma satellitare. Il primo torneo del Grande Slam è stato seguito da 960.000 spettatori sui canali Eurosport, di cui il 40% ha visto l’evento su Eurosport ed Eurosport 2. La Coppa d’Africa è stata seguita in Italia da circa 1,6 milioni di spettatori. Gennaio è stato inoltre un mese record per sci alpino, biathlon, sci di fondo.

Con la centralizzazione della raccolta, l’offerta commerciale ha beneficiato di una razionalizzazione, con la creazione di proposte modulari che possono comprendere gli spazi paneuropei e italiani, con tabellare e iniziative speciali secondo le esigenze di comunicazione integrata che si stanno imponendo sempre più sul mercato. Per la Coppa d’Africa, ad esempio, si è fatto leva sulla caratteristica principale di Eurosport che è quella di avere oltre il 50% del palinsesto live. «La diretta è il nostro prime time. Da gennaio offriamo per la prima volta pacchetti completi sulla programmazione live della versione italiana che contengono spot prima e dopo l’evento, minispot e sovrimpressioni all’interno, sigle di sponsorizzazione. Powerade ha scelto questa soluzione legata all’evento africano».

Un’altra tipologia di offerta è legata alle partnership con enti del turismo. La presenza di Eurosport in 120 milioni di case e in 2,5 milioni di camere di albergo in Europa rende Eurosport un canale perfetto per raggiungere un pubblico di alto profilo e internazionale, alla ricerca delle migliori destinazioni europee per praticare gli sport che segue sul canale. Per questo pubblico Eurosport ha messo a punto programmi come ‘Sport destination’ che raccontano nei dettagli le località turistiche ideali per lo sport. Per la stagione invernale 2009-2010 un caso di successo è quello di Regione Trentino, che ha comunicato attraverso una campagna tabellare con Bode Miller testimonial, uno speciale dedicato al Trentino come destinazione eccellente per gli sport invernali, una serie di integrazioni editoriali in occasione della Fiera internazionale del Turismo di Londra, oltre alla media partenership per la prima edizione del World Alpine Rockfest, l’innovativo evento che a dicembre ha combinato sport e sci alpino nel territorio della Paganella.

Oltre alle competenze già descritte, la nuova struttura pubblicitaria cura la raccolta per il sito internet all’interno di progetti integrati tv e new media. «A livello paneuropeo il network di siti Eurosport raccoglie oltre 10 versioni linguistiche: il record di 18 milioni utenti unici a gennaio lo posiziona al settimo posto a livello mondiale. In Italia il sito web Yahoo! Eurosport è la seconda destinazione sportiva per 1.200.00 utenti unici a gennaio, secondo ComScore».

Sul fronte degli investimenti, il 2009 era iniziato lento come per tutti e si è concluso in crescendo con un miglioramento sostanziale e in linea con le aspettative. «Il mercato ci riconosce come punto di riferimento per lo sport. Il 2010 – conclude Zacchetti – è partito bene. Portare la raccolta locale all’interno si sta rivelando una scelta vincente: da gennaio ad oggi si contano oltre 35 campagne per circa 25 clienti, senza contare che la sinergia tra raccolta locale e paneuropea sta generando un circolo virtuoso. Con i Mondiali di Pattinaggio di Figura a Torino a fine mese stiamo per chiudere una stagione invernale di successo; la nuova stagione che si apre sarà molto forte, con ciclismo, tennis e motori, e ci aspettiamo buoni risultati».

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.