NBA A MILANO

Se prendo per buoni i commenti a bordo campo di ieri sera tra chi capisce di basket molto più di me, i Knicks quest’anno non arriveranno nemmeno ai play-off: poca roba, insomma, dal punto di vista sportivo rispetto a squadre NBA attualmente più quotate.
Eppure.
Eppure ieri sera è stata una serata fantastica, tra gli 11.000 spettatori di un Forum esaurito, per un evento che è stato anche una partita.
Ci tolgo il giusto tributo a Coach D’Antoni e al Gallo per sottolineare il fascino di NBA e New York Knicks: le briciole di grandezza distribuite da uno come Amar’e Stoudemire, già 5 volte All-Star e per 4 volte selezionato nei migliori quintetti NBA, che ha fatto intravedere dove può arrivare un campione NBA; il coinvolgimento di quell’organetto che accompagna sempre più velocemente i 30 secondi dell’attacco, che inconsicamente ti porta direttamente dentro quei film americani visti al cinema; l’atmosfera creata dalle Knics City Dancer, anche loro al seguito e un tutt’uno con la squadra, come se il marchio NY Knicks comprendesse – come comprende – non solo i giocatori, ma tutto quello che trasforma 48 minuti di gara effettivi in 3 ore di assoluto show.
E infine il grande fascino della divisa blu-arancione-nera dei Knicks, nonostante i soli 2 titoli NBA vinti (di cui l’ultimo addirittura nel 1973) ma indelebile nella nostra mente di sportivi al di qua dell’oceano sulle spalle di uno come Patrick Ewing in 15 anni di battaglie al Madison Square Garden.
Da una parte questo bellissimo, fantastico, affascinante spettacolo anche sportivo; dall’altro il campetto di streetball calcato da migliaia di ragazzi delle nostra città. Il sogno, nello sport, può congiungersi con la realtà?
David Stern, da 27 anni Commissioner dell’NBA, la racconta così: “Andiamo in giro a insegnare i nostri valori. Il sacrificio, l’allenamento, il lavoro di squadra. Imparare a vincere e a perdere soprattutto”.

1 commento su “NBA A MILANO”

  1. Grande serata, grande atmosfera, grande assessore.....come si suol dire una serata indimenticabile e noi potremmo dire IO C'ERO....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.