ATTO D’INDIRIZZO PER IL CENTRO FEDERALE HOCKEY A CERNUSCO

Come ho scritto nei post precedenti, si stanno svolgendo in questi giorni a Cernusco gli Europei Under 18 di Hockey su prato: domani sera, dalle ore 19.30 in Sala Consigliare, saluteremo ufficialmente le delegazioni delle 8 Nazionali impegnate nel Torneo, per poi dare vita alle 21.00 (meteo permettendo) ad una sfilata con tanto di banda per le vie del centro.

Sempre a tema hockey su prato, ieri è stato anche il giorno della presentazione alla Commissione Consigliare competente della delibera che il Consiglio Comunale della prossima settimana sarà chiamato ad approvare per la riqualificazione e l’ampiamento del Centro dell’Hockey di via Boccaccio. Si tratta di un atto di indirizzo del Consiglio Comunale per il prolungamento per massimo 20 anni della scadenza attuale (fissata ora per il 2015) della convenzione con la Federazione Hockey a fronte dell’impegno della Federazione Hockey stessa di realizzare un proprio Centro Federale a Cernusco. Proprio nel Luglio dello scorso anno si gettavano le basi di questo sviluppo attraverso la decisione dell’Hockey Cernusco di impegnarsi direttamente nella gestione del centro sportivo di via Boccaccio; ora si fa un passo avanti verso la fase progettuale. Gli interventi ipotizzati ad oggi sono sia di ristrutturazione delle strutture esistenti (la copertura fotovoltaica della tribuna, il potenziamento delle torri faro, ecc.), sia di svilupo delle stesse, soprattutto con un secondo campo nella zona solitamente occupata dalle giostre durante la Fiera di San Giuseppe e con una Foresteria per circa 60 persone con ristorante, bar, sala convegni, palestrine per preparazione atletica. Rimarranno ovviamente in funzione i campi da calcetto.

I dettagli del progetto saranno oggetto di discussione nei prossimi mesi, quando la federazione presenterà il proprio studio di fattibilità e si entrerà nei dettagli della convenzione: il numero degli anni di estensione della convenzione è ovviamente connesso all’impegno economico della Federazione per la realizzazione delle opere e il conseguente ammortamento. Ieri in commissione sono già arrivati alcuni spunti dai consiglieri su attenzioni da prevedere (ad esempio aree aggregative non solo per gli atleti, ma anche per la cittadinanza vista l’importanza di quell’area per un quartiere sviluppatosi in maniera consistente negli ultimi anni; oppure la possibilità/necessità di tenere in considerazione lo sviluppo del centro anche con l’annesso pattinodromo/velodromo e i suoi spazi circostanti; la riflessione che potrebbe essre fatta su come integrare questo sviluppo con la nuova scuola la cui costruzione è prevista proprio in prosismità del centro sportivo): se ne parlerà da qui in poi.

Mi piace sottolineare ora solo due aspetti significativi di questo progetto:

– la sostenibilità economico-gestionale ricercata. Delle sempre più scarse risorse disponibili per le Amministrazioni locali si è scritto e riscritto…in altri paesi anche vicini a Cernusco la riflessione se scaricare o meno le tariffe delle utenze sulle associazioni sportive è già avviata. Questo progetto va nella direzione dell’auto-sostenibilià economico-gestionale, azzerando di fatto i costi di utenze e manutenzione ordinaria a carico dell’Amministrazione e rendendo la gestione sostenibile per l’Hockey.

– la decisione di una Federazione di scegliere Cernusco per uno sviluppo tanto importante. Se giusto un anno fa l’Università di Scienze Motorie compiva il percorso inverso lasciando la nostra città, la possibilità di accogliere invece ora una Federazione Nazionale rappresenta la conferma della tradizione e della cultura sportiva della nostra città, presupposto di innumerevoli spunti di sviluppo a Suo tempo ipotizzati con l’Università stessa.

E sono solo due degli aspetti positivi di questo progetto. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.