#CERNUSCO2032: TECNOLOGIA, PRODUTTIVITA’, AMBIENTE

(il comunicato stampa dell’evento #cernusco2032: la città dell’innovazione)
Come sarà vivere e lavorare a Cernusco fra 20 anni? E’ possibile immaginare e costruire la città del futuro a partire da oggi? E ancora. Quali strumenti, idee e progetti è possibile attuare da subito per rendere Cernusco la città dell’innovazione?

Sono solo alcune delle domande a cui si cercherà di dare una prima risposta sabato 24 novembre dalle 9.30 nell’incontro “Cernusco è smart!” che si terra presso la Nuova Filanda, luogo della Cernusco industriale del passato e dal quale simbolicamente partire per costruire una città votata all’innovazione.

Insieme al Sindaco Eugenio Comincini e all’Assessore ai New Media Ermanno Zacchetti, apriranno i lavori Emil Abirascid (giornalista e collaboratore con Il Sole24 ore e Wired sul tema dell’innovazione), Davide Dattoli (digital strategist e tra i fondatori del coworking Talent Garden), Lorenzo Vimercati (Presidente zona Est Assolombarda) e Bruno Susio (Esperto di innovazione PA locale).

“Amministrare non significa soltanto dare risposte ai problemi dell’oggi – afferma il Sindaco Eugenio Comincini – ma anche avere una visione di lungo respiro per anticipare gli scenari futuri. Questo incontro è un’occasione per iniziare a cercare risposte sul nostro futuro per fare in modo che Cernusco possa essere, tra vent’anni, una città all’avanguardia quanto ad innovazione, qualità della vita e servizi”.
Sarà l’occasione per presentare l’idea di “Cernusco 2032: la città dell’innovazione” e capire quali sono le azioni da intraprendere in un tempo come quello odierno in cui le nuove tecnologie stanno cambiando velocemente e profondamente le città e gli stili di vita dei loro abitanti attraverso nuove forme di condivisione delle informazioni e delle idee.
“L’idea di fondo di “Cernusco2032: la città dell’innovazione” – dichiara l’Assessore Zacchetti – è riunire in un unico progetto le azioni in tema di tecnologia, produttività e ambiente per sognare e realizzare la nostra città tra 20 anni. Con due consapevolezze. La prima è che ci sono moltissime competenze sul nostro territorio su questo tema e che, se condivise, possono davvero dare una marcia in più alla nostra città in questa direzione: anche questo evento di sabato 24 Novembre nasce proprio dal lavoro e dalla disponibilità di un gruppo di cittadini che hanno risposto, i più senza conoscersi l’un l’altro, al mio appello pubblico dello scorso Luglio sul tema dell’innovazione. La seconda – prosegue Zacchetti – è che la tecnologia non si traduce in un’idea di sviluppo se non é messa in pratica da tutti, penso alle istituzioni, ai cittadini, agli imprenditori, attraverso i propri comportamenti e diffusa per effetto dell’esempio che ciascuno rappresenta per i propri vicini, in una sorta di contagio sociale.”

L’incontro di sabato 24 novembre è rivolto a tutti i cernuschesi: imprenditori, professionisti, creativi, manager, informatici, studenti e a tutti coloro che si sentono innovatori e che vogliono iniziare a progettare la città del domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.