IL BELLO DELLO SPORT

Ok, il bello dello sport è senza dubbio praticarlo.
Oltre a questo, il bello dello sport vissuto da “tifoso (nel senso sano della parola) appassionato” è poter ammirare da vicino l’intepretazione tecnica ed emozionale che i campioni danno di una specifica disciplina. La chiamano “prossimità all’evento sportivo” e quando accade puoi davvero diventare amante di qualsiasi sport o campione.
Negli sport “minori” (ma lo sono davvero minori?) questo avviene in maniera naturale ed è per questo che mi sono appassionato di molte discipline sportive tipiche di Eurosport. La più incredibile, per quanto mi riguarda, è il salto con gli sci, amato in Paesi del centro Europa come un vero e proprio sport nazionale. Già intelevisione è affascinante…dal vivo diventa incredibile.
Poter fermare un medagliato olimpico (Bronzo a Vancouver) come Alessandro Pittin per una foto tra un salto di allenamento e un altro di una gara dei Mondiali di Val di Fiemme e trovarlo sorridentemente disponibile testimonia una volta di più come oltre al calcio (di cui rimango assolutamente e totalmente tifoso) esista un mondo sportivo capace di vivere il proprio professionismo con una coinvolgente semplicità e capace di consegnare emozioni e storie di identica passione.

Lo sport – quando è vero, leale e di tutti – è oggettivamente bello, qualsiasi sia la sua “dimensione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.