SU TRASPORTO PUBBLICO E NUOVE TARIFFE

Qui sotto riporto integralmente il comunicato stampa del Comune di Cernusco in merito alle nuove tariffe del trasporto pubblico locale in vigore dal 1 Gennaio. Andrebbe letto insieme a questo mio precedente post http://ermannozacchetti.blogspot.it/2013/11/666-in-pulman-628-in-bici.html. Ogni cambiamento parte sempre da un primo passo nella giusta direzione. Questi, a mio avviso, lo sono.
“Nella seduta dello scorso 2 agosto la Regione Lombardia ha disposto un adeguamento tariffario sui servizi di trasporto pubblico locale e regionale in attuazione dei criteri fissati dal regolamento regionale 5 del 2002. In attesa della costituzione dell’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale della Provincia di Milano, rinviata al prossimo Marzo, il Comune è intervenuto in questi mesi al fine di limitare il più possibile gli effetti di questa disposizione sulle tariffe del trasporto pubblico a Cernusco e comunque cercando di evitare un aumento indiscriminato.
Si è così deciso di intervenire su due fronti. Da una parte si è provveduto a compensare i potenziali introiti incrementali dovuti al gestore prima di tutto con una ottimizzazione del servizio – compiuta lo scorso Novembre – che meglio rispondesse alle mutate esigenze di trasporto dei cittadini: questa prima operazione ha consentito di posticipare gli incrementi tariffari all’inizio del nuovo anno e proseguirà a breve anche alla luce dei risultati – attesi nelle prossime settimane – dell’indagine sul servizio compiuta ad inizio Dicembre. Dall’altra è stato deciso di introdurre l’abbonamento per gli over 65 a un euro al mese per complessivi 12 euro annuali e incrementando di 0,66 euro mensili quello riservato agli adulti residenti (che passerà da 73 ad 81 euro all’anno).
“E’ chiaro come la disponibilità di risorse sempre più limitate chieda ad ogni ente pubblico un’attenzione supplementare sia sul processo di spesa, sia sulle modalità di partecipazione dei cittadini alla copertura dei costi. Con questa operazione – ha dichiarato l’Assessore ai Trasporti Ermanno Zacchetti – abbiamo evitato di far ricadere l’aumento sulle famiglie di oltre 1.100 studenti che utilizzano il trasporto scolastico e il trasporto pubblico della nostra città, non applicando l’aumento del 16% proposto dal gestore del servizio. Inoltre abbiamo potuto mantenere gratuito il servizio di Mercabus: un modo semplice ma crediamo efficace per continuare a sostenere l’attività commerciale del mercato del mercoledì in questo momento di particolare difficoltà economica”.
Restano, infine, invariate tutte le altre tariffe tra cui: biglietto di corsa semplice 1.30 euro, biglietto A/R servizio a chiamata 2.40 euro, settimanale 9.10 euro, mensile trasporto scolastico 13 euro, annuale trasporto scolastico 87 euro, carnet 10 corse (urbano) 12.10 euro, mensile non residenti 32 euro.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.