CERNUSCO2032 E IL PIANO PER L’ACQUA

Mercoledì scorso si è tenuto presso la Casa Comunale di Cernusco un incontro (il secondo) tra CapHolding, Assessorato all’Ecologia del Comune di Cernusco e Associazione “Bene Comune Cernusco” sul tema “piano condiviso per l’acqua”.

In vari post sul sito dell’Associazione “Bene Comune Cernusco” è raccontato il percorso intrapreso ormai da molto tempo – su stimolo iniziale del comitato che aveva raccolto il testimone del lavoro svolto per i referendum sull’acqua, ora appunto associazione – per aumentare la completezza di informazione sulla qualità e quantità dell’acqua della rete idrica ai cittadini, sia nelle modalità di comunicazione, sia nei suoi contenuti.

Da un anno e mezzo a questa parte il mio coinvolgimento su questo tema passa anche dalle delega all’ecologia e non nego le difficoltà a dare risposte concrete. Da una parte l’Ufficio Ecologia del nostro comune ha dovuto far fronte per molti mesi alla mancanza di una persona dedicata a tempo pieno, con il conseguente rallentamento dei tempi di azione e di risposta su tutti fronti; dall’altro, la necessità di allineare su queste attese il gestore del servizio (CAPHolding), l’ente pubblico “cliente” in rappresentanza dei cittadini (Comune) e il controllore/certificatore (ASL) ha richiesto non poco tempo (e un po’ ancora ne richiederà). 

Un passaggio fondamentale per lo sviluppo di questa situazione si è però concretizzato la scorsa primavera, quando le richieste contenute nella proposta di delibera per il “Piano sull’Acqua” del Comitato sono state sostenute dal sindaco Eugenio Comincini nella sua recente nuova veste di vicepresidente del Comitato di indirizzo strategico di CAPHolding e proposte come linee guida per un protocollo condiviso, da sperimentare a Cernusco come Comune pilota ma da pensare fin da subito in ottica generale, estendendolo poi a tutti i comuni serviti da CAPHolding.

I passi degli ultimi tre mesi sono ben descritti dal Comitato:

“Si è tenuto un primo incontro lo scorso 14 novembre con CAPHolding, il gestore che eroga il servizio e fa le analisi interne sulla qualità dell’acqua e l’amministrazione che è azionista di CAPHolding ed è l’interfaccia territoriale di riferimento rispetto alle esigenze di informazione della cittadinanza. Dall’incontro è scaturito un memorandum propositivo che evidenziava lo stato attuale dell’informazione sulla qualità dell’acqua, le criticità, le buone pratiche da mettere in atto per ciascun soggetto ed infine gli indirizzi per il futuro. Il memorandum è stato la base di discussione di un documento proposto da CAPHolding nell’incontro di mercoledì 15 gennaio come accordo quadro sulla gestione dell’informazione relativa all’acqua della rete idrica. Si tratta di una proposta di lavoro da approfondire ed integrare. (…) Entro il prossimo 30 gennaio il comitato e l’amministrazione dovranno predisporre le proprie osservazioni in modo tale che si possa arrivare alla versione definitiva del documento all’interno del calendario delle manifestazioni collegate alla prossima giornata mondiale dell’acqua (22 marzo 2014)”.

Per quanto riguarda il Comune di Cernusco, vogliamo fare la nostra parte. Fondamentale per essere il giusto attivi e proattivi su questi temi è stata l’individuazione – a seguito di concorso pubblico lo scorso Novembre – di una figura da dedicare a tempo pieno all’Ufficio Ecologia. Mentre ho già anticipato nel corso dell’incontro di Mercoledi scorso che le azioni di comunicazione e sensibilizzazione che saranno definite nel documento finale, rientreranno a pieno titolo nel progetto “Cernusco2032: la città dell’innovazione”, che si arricchirà così di un altro impegno concreto per costruire oggi, insieme ad ogni cittadino di Cernusco, la nostra città del futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.