CERNUSCO, CONSULTA DELLO SPORT: PIU’ AGILE PER ESSERE PIU’ EFFICACE

Lo scorso 28 Maggio la Consulta dello Sport del Comune di Cernusco, riunita in sede assembleare, ha deliberato la proposta di modifica del “Regolamento della Consulta dello Sport della Città di Cernusco sul Naviglio” a suo tempo approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione N.88 del 08/10/2008.
Poiché l’art. 18 “MODIFICHE AL REGOLAMENTO” del suddetto Regolamento recita che ”ogni variazione o modifica al presente regolamento, potrà avere luogo solo con apposita deliberazione di Consiglio Comunale” e che “fatto salvo il diritto di iniziativa attribuito ai Consiglieri Comunali, è competenza esclusiva dell’Assemblea della Consulta proporre modifiche o variazioni al presente regolamento”, il Consiglio Comunale del 29 Ottobre è chiamato ad approvare tali proposte di modifiche.
Alla luce dell’esperienza di questi 7 anni di lavoro, la proposta della Consulta dello Sport va nella direzione di consentire un migliore e più efficace svolgimento dell’attività degli organi della Consulta stessa (Assemblea e Direttivo), semplificandone e quindi favorendone l’operatività. La ripetuta assenza di rappresentanti con diritto di voto “esterni” al mondo sportivo cernuschese, infatti, ha molto spesso impedito la regolare riunione di tali organi, di fatto dilatando tempi di decisione e conseguenti azioni.
Se anche per la Consulta dello Sport è vera la duplice idealità di “pensare alla grande e strafare nel piccolo”, questi cambiamenti fanno quadrato intorno al mondo sportivo cernuschese, tendenzialmente rafforzando l’attenzione verso gli aspetti più concreti delle finalità della Consulta. La speranza personale è che la Consulta sappia comunque proseguire – insieme all’Assessorato allo Sport – nelle più ampie riflessioni e proposte di politica sportiva che l’hanno caratterizzata in questi anni: ne sono un esempio “Il piano di sostegno allo sport” – documento di programmazione sportiva che ogni due anni traccia la direzione della proposta sportiva della nostra città – oppure riforme come quella approvata giusto qualche mese fa di revisione delle tariffe di utilizzo degli impianti, a favore dello sport associativo di base. L’alto profilo dei dirigenti delle Associazioni Sportive Cernuschesi, ben rappresentato anche nell’ambito del Coni Regionale e delle varie Federazioni, è probabilmente il presupposto migliore affinché ciò si possa realizzare anche per il futuro.
Qui sotto, i dettagli delle modifiche:
ART. 5 – L’ASSEMBLEA DELLA CONSULTA
Modificare il 1° punto da “Il legale rappresentante di ogni Associazione, Società ed Ente di promozione sportiva iscritta nella sezione specifica all’Albo Comunale delle Associazioni” in “Il legale rappresentante di ogni Associazioni, Società ed Ente di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e iscritti al Registro comunale delle Associazioni no-profit”.
Cassare dall’elenco dei componenti l’Assemblea della Consulta dello Sport con diritto di voto i seguenti soggetti:
Rappresentante designato da ciascuna delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, statali e parificate, presenti sul territorio comunale;
Rappresentante designato dalla Facoltà di Scienze Motorie dell’Università  degli Studi di Milano;
Rappresentante designato da ogni gestore di Centro di medicina sportiva, pubblico o privato convenzionato con l’ASL, presente ed operante sul territorio comunale;
Rappresentante designato da ogni gestore di impianto sportivo privato presente sul territorio comunale;
Rappresentante designato da ogni gestore di impianti sportivi pubblici presente sul territorio, quando gli stessi non siano gestiti da un’Associazione sportiva iscritta all’Albo delle Associazioni;
Rappresentante designato dal CONI regionale;
Rappresentante designato dal CONI provinciale;
Rappresentante designato della Provincia di Milano – Assessorato allo sport;
Rappresentante designato dalla Regione Lombardia – Assessorato allo sport.
Integrare tra gli invitati permanenti i seguenti soggetti:
Rappresentante del Coni Provinciale;
Rappresentante del Coni Regionale;
Rappresentante designato da ciascuna delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado,
statali e parificate, presenti sul territorio comunale;
Rappresentante della Provincia di Milano, Assessorato allo Sport;
Rappresentante della Regione Lombardia, Assessorato allo Sport.
ART. 11 IL DIRETTIVO DELLA CONSULTA
Modificare il 1° punto da “5 membri che rappresentano le Associazioni, Società ed Enti di promozione sportiva componenti dell’Assemblea” in “5 membri che rappresentano le Associazioni, Società ed Ente di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e iscritti al Registro comunale delle Associazioni no-profit componenti l’Assemblea”.
Cassare dall’elenco dei componenti il Direttivo della Consulta dello Sport con diritto di voto i seguenti soggetti:
Rappresentante designato dalla Consulta della Scuola. Ove non costituita, si procederà all’elezione dei Rappresentanti delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, statali e parificate, presenti sul territorio comunale con le modalità previste dal successivo art. 12 per le Associazioni, Società ed Enti di promozione sportiva;
Rappresentante indicato dalla Facoltà di Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Milano;
Cassare tra gli invitati permanenti senza diritto di voto i seguenti soggetti:
Rappresentante del Coni Provinciale;
Rappresentante del Coni Regionale;
Rappresentante della Consulta del Sociale, ove costituita;
Rappresentante della Consulta dei Giovani, ove costituita;
Rappresentante della Provincia di Milano, Assessorato allo Sport;

Rappresentante della Regione Lombardia, Assessorato allo Sport.  

———-

Ti può interessare anche:
Consulta Comunale dello Sport dal sito del Comune di Cernusco
Finalmente la Consulta dello Sport di Claudio Gargantini (2008)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.