SEMPRE BISOGNA CREDERE IN MANIERA CONVINTA E TOTALE IN SE’ STESSI

Ci avevamo provato lo scorso Luglio, prima di quella storica semifinale mondiale che si è rivelata essere Germania-Brasile 7-1, ma un super-temporale aveva bloccato a casa i più. Decidemmo allora di rimandare, strappando la promessa reciproca di rivederci in autunno.

Eccoci qua, allora, a raccontare di un altro incontro dei ragazzi e degli allenatori di Cernusco con un campione come Fulvio Collovati, ospite questa sera pochi mesi dopo Franco Baresi nella Sala Consigliare di Cernusco, per raccontarci di mondiali e maglia azzurra insieme al giornalista Franco Dassisti.

Sono stati 90 minuti ma sono volati via ascoltando di segreti di spogliatoio e di temibili avversari da marcare, del sorriso di Gaetano Scirea e dei sogni di un bambino di Limbiate nel collegio di Milanello, della maglia azzurra da portare con orgoglio e di giornalisti all’assalto, di sport e di politica sportiva. Di Zico e Maradona, di Balotelli e di Buffon.

Con l’insegnamento di quel Mundial del 1982 e di Mister Bearzot: sempre bisogna credere in maniera convinta e totale in sé stessi.

Serata tratta dal libro “Il Mondiale è un’altra cosa

———-
IN FOLIO di Venerdì 14/11/2014 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.