“ADRIANO OLIVETTI – UN SECOLO TROPPO PRESTO”: A CERNUSCO UNA SERATA EVENTO


“Adriano Olivetti – Un secolo troppo presto” è un progetto a cui stiamo lavorando ormai da qualche mese, ma ripensandoci ora – a 10 giorni dall’evento – l’idea di aprire questo nuovo anno con una serata dedicata al ruolo delle attività imprenditoriali (produttive o commerciali) nelle costruzione delle nostre comunità, sembra sempre più un’intuizione azzeccata. Farlo – anziché con un convegno – attraverso una mostra e uno spettacolo pensati insieme ai commercianti è, a memoria, una prima volta per Cernusco e questo rende il tutto ancora più significativo.

Il prossimo Sabato 17 Gennaio, alla Casa delle Arti a Cernusco, si terrà una serata-evento per esplorare la storia e il pensiero di uno dei più visionari imprenditori Italiani: Adriano Olivetti.
Un appuntamento che nasce dalla collaborazione tra il Comune di Cernusco sul Naviglio e Y-Tech – con il sostegno del Mandamento di Melzo dell’Unione Commercianti – nell’ambito del progetto VALOREinCOMUNE, il programma di marketing che da oltre un anno sta coinvolgendo circa 50 esercenti e professionisti della nostra città in una importante esperienza di cooperazione, alla ricerca di modi innovativi per affrontare la crisi, lavorando insieme con spirito di collaborazione: sono ormai 4.000 i sottoscrittori della card che permette di accumulare sconti ogni volta che si effettuano acquisti nei negozi della città. La convinzione è che la forza di negozi e commercianti che fanno bene insieme è enormemente superiore alla somma di singoli negozi e commercianti che fanno bene da soli.
Adriano Olivetti, dicevamo. E’ stato industriale, pensatore, editore, politico, urbanista: concepì la fabbrica come luogo in cui produrre bene e non soltanto beni, mezzo e non fine, cuore di una comunità nuova. Possiamo trarre dalla sua storia umana e professionale gli spunti per ri-generare il rapporto tra città e attività produttive e commerciali, in un momento storico così complicato come quello che stiamo vivendo?
L’appuntamento Sabato 17 Gennaio è per le ore 18:00, quando nel foyer della Casa delle Arti  aprirà i battenti la mostra sui prodotti che hanno fatto della Olivetti un modello di riferimento per l’industria e per il design mondiale: le macchine da scrivere (dalla “Lettera 22” usata da Montanelli, alla “Lettera 32” preferita da Bob Dylan, allo straordinario design della “Valentina”), le calcolatrici (la “Divisumma”, la calcolatrice più veloce del mondo) e persino la mitica “Programma 101”, il primo personal computer al mondo, inventato alla Olivetti dal gruppo di ricerca dell’Ing. Giorgio Perotto tra il 1962 ed il 1964. E poi documenti, immagini, video, libri e spiegazioni su come Adriano Olivetti abbia costruito relazioni di grande importanza col mondo della cultura e del design, con le attività commissionate a Ettore Sottsass, Costantino Nivola e tanti artisti e intellettuali che hanno contaminato e reso possibile questo altissimo grado di innovazione tecnica e sociale.

Il clou della serata sarà alle ore 21 lo spettacolo “DIRECTION HOME – Viaggio nell’Italia di Adriano Olivetti, di e con Le Voci del Tempo, che raccontano in maniera originale Olivetti e il cambiamento culturale del nostro Paese, mescolando il racconto con il linguaggio visionario delle canzoni di Bob Dylan: una storia di emozione, bellezza e grande suggestione. Uno spettacolo già messo in scena in centinaia piazze, teatri, rassegne nazionali, associazioni, scuole di tutta Italia; una vicenda ricca di umanità, passione, emozione e curiosità, carica di potenti suggestioni per il presente e per il futuro.

Direction Home – Viaggio nell’Italia di Adriano Olivetti
(il promo ufficiale)

Questo spettacolo ha anche ispirato una graphic novel, “Adriano Olivetti- Un secolo troppo presto”, per la sceneggiatura di Marco Peroni e i disegni di Riccardo Cecchetti (ed. BeccoGiallo), andato in ristampa dopo un solo mese. Per Wired.it “Uno dei 10 migliori fumetti del 2011”.
Nelle intenzioni, questa serata porta con sé la volontà di raccogliere la sfida a “valorizzare la comunità” come elemento reale, concreto, vitale, ricco di passioni e di possibilità per il futuro. Per questo, pensiamo ci debba essere un dopo. In particolare, appare interessante approfondire le tematiche e le riflessioni proposte dallo spettacolo per stimolare un’azione progettuale tra i giovani di Cernusco, per immaginare il futuro tra economia, innovazione, cultura e società. Per questo è in cantiere un contest – dal nome indicativo [RI]Generazioni in movimento – con lo scopo di promuovere la partecipazione e il protagonismo dei giovani su questi temi…i dettagli saranno annunciati a seguire.
Il legame tra le attività produttive e commerciali e la città va certamente oltre il semplice rapporto economico con i cittadini. Per questo, azioni come questa serata-evento che amplificano la valenza di “amore e identità” contribuiscono a rinsaldare rapporti, legami e fiducia reciproca. Per questo, credo che questo evento sia un’idea azzeccata per iniziare l’anno nuovo.
Ci vediamo alla Casa delle Arti?

Info e prenotazioni: eventi@valoreincomune.it | Su Facebook: “Adriano Olivetti, un secolo troppo presto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.