ROME WASN’T BUILT IN A DAY, MA INTANTO…


Non so se in questo primo weekend di maggio pioverà o ci sarà il sole su piazza Stefano Ghezzi a Cernusco, ma certo accadrà una cosa nuova: parrocchia, negozianti della piazza, Proloco di Cernusco, Polizia Locale e Protezione Civile, Banda de Cernusc, associazioni sportive e culturali, cori cittadini, hobbisti (e spero di non aver dimenticato nessuno) daranno vita a due giorni di festa come forse mai era accaduto in questo quartiere a Sud del Naviglio.

La prendo alla larga.

La volontà di esserci tutti insieme in quella piazza è anche il frutto di un percorso nato sul finire del 2014 parlando con i commercianti e i professionisti del centro 3 Torri, alla ricerca di azioni per promuovere il territorio e la propria attività. 

Condividemmo tre convinzioni. Uno: non avrebbe dovuto essere solo una questione di eventi da organizzare. Due: l’obiettivo avrebbe dovuto essere quello di consegnare (o riconsegnare) il piacere di fare quattro passi in quella piazza. Tre: ci si sarebbe giocati attivamente insieme, io come assessore (all’interno del progetto Cernusco2032) + un comitato operativo dei negozianti.

L’abbiamo chiamato Progetto COOL 3T, con questi ambiti di intervento: una immagine comune; due grandi feste; tre agili appuntamenti; mille dettagli.

Rome wasn’t built in a day, ma intanto…

Sull’immagine comune i più avranno notato le campagne adv su InFolio con un unico logo…ho già avuto modo di apprezzare questo che a me appare un grande passo compiuto dalle 35 (!) attività commerciali e professionali del centro: è frutto prima di tutto della loro stessa intraprendenza.

Sugli eventi, come passo iniziale è sembrato significativo e utile provare a convergere su un appuntamento storico per la zona Sud di Cernusco: la Festa Patronale.

Il primo incontro organizzativo l’ho ancora segnato in agenda: mercoledì 14 Gennaio, galleria della torre Sud, con i rappresentanti della Parrocchia, il comitato dei negozianti e il responsabile della proloco.

Già in corso di organizzazione da parte della Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore, è stato chiaro e giusto che la Festa Patronale avrebbe mantenuto la sua struttura, la sua immagine e il suo significato, ma sarebbe stata arricchita dalle iniziative convergenti delle diverse realtà del quartiere e della città che saremmo riusciti a coinvolgere, in un weekend di animazione e convivialità.

Don Enrico credo non a caso su Cernuscoinsieme ha parlato del fatto che “non è soltanto seguire una tradizione che si esaurisce il giorno dopo, ma mettersi in cammino verso esperienze nuove”.

Qui sotto il programma finale: bella anche l’idea di dedicare il sabato ai bambini. 

Secondo me il risultato che gli organizzatori della Festa Patronale hanno raggiunto (e i benefici sono per tutti) è molto più della somma delle singole iniziative:


Per dare un senso ad ogni passo di cui parlavamo all’inizio, la parte legata agli esercizi commerciali l’abbiamo chiamata – con il sostengo del Comune di Cernusco – TRE TORRI IN FESTA (in occasione della Festa Patronale): esercizi commerciali aperti la domenica, stand dedicati davanti al proprio negozio con condizioni commerciali straordinarie, varie iniziative di animazione, vetrine a tema colorate di bianco e di giallo come le bandiere appese nel quartiere…se ci sarà il sole il colpo d’occhio della piazza sarà bellissimo.

E’ la locandina all’inizio di questo post: Rome wasn’t built in a day, ma intanto….

———-

Appendix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.