OPEN SPACE

Mi chiamo Ermanno Zacchetti, ho appena compiuto 50 anni e sono cernuschese dall’Uboldo ad oggi; sono sposato con Anna e, da quasi vent’anni, sono papà di Matteo.

Lo sport è stata la mia passione fin da piccolo. All’inizio sono stato calciatore nel GSO, la squadra dell’oratorio Paolo VI nel quartiere Sud di Cernusco sul Naviglio, e poi, a metà degli anni ‘80, ho giocato per quattro stagioni nelle squadre giovanili dell’AC Milan. Dai 16 ai 18 anni sono stato un giovanissimo calciatore della prima squadra dell’AC Cernusco nella categoria Eccellenza e anche capitano della Rappresentativa della Lombardia U16 e U18. Una piccola promessa, insomma, che un problema fisico ha indirizzato ben presto sui campi di un sano dilettantismo e verso le uscite in bici con gli amici.

Nel 1996 mi sono laureato in Economia e Commercio, all’Università Luigi Bocconi di Milano. Il mio primo lavoro dopo la laurea è stato nella concessionaria di pubblicità di Telemontecarlo e TMC2, ad inventare iniziative speciali nei programmi e negli eventi sportivi della rete: un’esperienza ricompresa tra lo storico gol di Gianfranco Zola con cui l’Italia nel Febbraio 1997 battè l’Inghilterra a Wembley, e il golden gol di Trezeguet a Toldo nella finale degli Europei 2000 in Olanda e Belgio.

Il giorno dopo quella partita ho iniziato la mia storia con Eurosport, che in quelle settimane (con sette dipendenti) lanciava la startup della sede italiana. Se devo citare un’esperienza indimenticabile: le Olimpiadi Invernali di Torino 2006. Dall’ottobre 2017 sono in aspettativa per svolgere al meglio il mio ruolo di Sindaco di Cernusco sul Naviglio.

Il mio impegno associativo, civile e politico per la mia città ha però origini più lontane. Dal 2002 al 2010 sono stato Presidente della Polisportiva GSO Paolo VI: insieme ad un gruppo di amici e genitori abbiamo rilanciato questa storica realtà cernuschese fondata nel 1981 dove anche io avevo giocato da piccolo. Partiti con una squadra di calcio, abbiamo raggiunto oltre 500 atileti di tre discipline sportive differenti che, insieme a quelli dell’US Sacer, nel Giugno 2010 hanno dato vita all’ASO’ Cernusco, ad oggi la più grande associazione sportiva d’Italia del CSI.

Dal 2001 e fino alla Sua chiusura nel 2006 sono stato anche animatore e sostenitore della Cooperativa Intermedia, realtà cernuschese che per molto tempo è stata ‘un ponte’ verso il mondo del lavoro per persone in un periodo di fragilità: l’obiettivo che ha avuto per oltre vent’anni è stato quello di riqualificare o sviluppare la professionalità di uomini e donne con disabilità fisiche o psichiche, persone straniere, disoccupati, per accompagnarli verso una nuova esperienza professionale. Sono state oltre 350 le persone aiutate.

Nel 2007 ho sostenuto la candidatura di Eugenio Comincini nella sua storica prima campagna elettorale che lo ha portato a diventare Sindaco di Cernusco sul Naviglio. Non sono stato eletto, ma nel Luglio 2010 sono stato nominato Assessore a Sport, Commercio e New Media. Un’esperienza, questa, che è proseguita dal 2012 al 2017 con il secondo mandato di Eugenio e con ulteriori deleghe a Ecologia e Polizia Locale.

Nel Febbraio 2017 ho deciso di partecipare alle primarie del centrosinistra in vista delle elezioni amministrative e dopo aver ricevuto il mandato dagli elettori per candidarmi alla tornata elettorale, il 25 Giugno 2017 sono stato eletto Sindaco di Cernusco sul Naviglio. Si è aperta così una pagina nuova della mia vita, anche professionale: come scrivevo più su, per svolgere al meglio questo ruolo istituzionale mi sono preso qualche anno di aspettativa dal mio lavoro, dedicandomi a tempo pieno a questo impegno per la mia città.

Questi cinque anni da Sindaco sono stati per me un’esperienza umanamente incredibile, segnati da quella drammatica pagina della pandemia covid-19: come ogni Sindaco avevo messo in conto una complessità del ruolo, ma l’emergenza sanitaria è andata davvero ogni possibile immaginazione: il ricordo della gestione della città in quel tempo così complicato e incerto, al fianco di ogni persona, rimarrà per sempre con me. Insieme a tante soddisfazioni raccolte: l’inaugurazione del nuovo Polo Scolastico alla presenza del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni; il riconoscimento ricevuto a Bruxelles di Città Europea dello Sport 2020; la partenza dell’ultima tappa del Giro d’Italia, nello stesso anno; l’onorificenza della Medaglia d’Argento al Valore Civile per la Resistenza e la Sua memoria riconosciuta alla Città di Cernusco sul Naviglio.

In vista delle elezioni amministrative del prossimo 12 giugno, ho deciso di presentarmi alla città per chiedere un nuovo mandato, insieme a persone che hanno rinnovato come me l’impegno per Cernusco sul Naviglio e ad altre che invece, con altrettanto entusiasmo, si sono messe in gioco per la prima volta.

#generazionecernusco è l’idea che ci accumuna: una generazione della città post-pandemia; ma anche una Generazione Cernusco a cui consegnare valori e radici, guardando al futuro.